Error message

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in menu_set_active_trail() (line 2405 of /var/www/vhosts/acat-ist.it/includes/menu.inc).

La situazione sul mercato del lavoro nel’Bel Paese

  • Posted on: 15 November 2018
  • By: addmean
L’Italia è la settima economia internazionale e la terza in Europa. È aprezzata come una regione sviluppato con una quantità considerevole di imprese stimate e conosciute sul mercato internazionale. Attualmente Il Bel Paese è molto industrializzato e, considerando questo fatto è diventata una delle più enormi potenze industriali del mondo. L’Italia, nonostante è considerata una potenza economica, deve fronteggiare la crisi legato con la condizione sul mercato del lavoro. La preoccupazione importante è la mancanza del lavoro. Il tasso della mancaza di lavoro è attualmente 8.2 %, per questo l’impiego principale per il nuovo Govenro è di migliorare la condizione sul lavoro è anche di abbassare questo tasso.


Un’informazione ottimista è il fatto che i posti di occupazione stanno per apparire in numero di circa 29 000. Sfortunatamente una parte di questi posti rimarra' senza risposta, perchè c’è la scarsità di specialisti che potrebbero esercitare una data professione. Gli italiani non hanno bisogno di infermiere o barbieri. Gli specialisti sono quelli che mancano in Italia. Si cercano sopratutto gli ingegneri, gli informatici o gli specialisti che sanno la sicurezza del lavoro e che sono colti.

Businessman in work
Author: Victor1558
Source: http://www.flickr.com
Nel Bel Paese esiste il problema di cosiddetti mammoni. La gente giovane hanno la voglia di partire all’estero in cerca di lavoro. Rimangono in casa, divengono più irresponsibili. Oggi cosiderevole numero dei giovani vive con i genitori, ben 66 % dei giovani in età dal 18 al 34 anni resta in casa. Una dei motivi è il fatto che gli italiani valutano la vita comoda e vivendo con i genitori, non possiedono il dovere di divenire responsabili. Un’altra difficoltà è che spesso gli italiano non sono capaci di lasciare il paese natale e di andare all’estero. Per quanto riguarda il mercato del lavoro vale la pena menzionare che gli italiani lavorano 40 ore per per cinque giorni e il stipendio dipende da quale professione si fa. Un cameriere gruadagna 7 euro per un’ora, il costruttore 50 – 100 euro per un giorno di lavoro e l’informatico circa 2000 euro per una settimana.

Il periodo in quale è più semplice trovare un lavoro e l’estate. Si cercano i servisti, i cucinieri, invece sul Nord del Paese esiste la possibilità di trovare impiego sul vigneto o su una piantagione di citrus.